Matrimonio a Villa Artimino

24 Novembre 2021

Immaginatevi uno sposo indiano e una sposa giapponese. Un bellissimo matrimonio intercontinentale svolto però nella splendida location di Villa Artimino in Toscana

Naomi e Parag mi hanno dato la possibilità di fotografare il loro giorno più bello. L’emozione di fotografare una moltitudine così grande di costumi e tradizioni in un giorno solo per me è stata tanta. Il tutto svolto in una delle ville più quotate per i matrimoni in Toscana: Villa la Ferdinanda nella Tenuta di Artimino.

La Villa offre uno scenario meraviglioso per un matrimonio caratteristico e romantico: il giardino, la natura e l’eleganza della villa stessa.

La tradizione toscana quel giorno ha incontrato persone da varie parti del mondo. I parenti di Parag dall’India, la famiglia di Naomi dal Giappone e tutti i loro amici arrivati dall’Inghilterra.

Per accogliere tutti gli invitati al meglio e far avere loro un assaggio della bellezza di Villa Artimino, gli sposi hanno deciso di organizzare una cena di benvenuto, durante la quale hanno chiesto agli ospiti di indossare gli abiti tradizionali indiani ed è stato un tripudio di colori, a partire dalla sposa che ha deciso di indossare un Saari turchese e arancione.

La cena si è svolta nel ristorante “Biagio Pignatta” della Tenuta di Artimino, durante la quale lo staff di fama internazionale del ristorante ha preparato una cena a base di pasta e pizza.

Il giorno successivo si è svolta la cerimonia civile in location. Poter vedere tutta la preparazione della varietà di stili scelti è stato davvero affascinante. La sposa ha scelto un tradizionale abito da sposa bianco, mentre le damigelle hanno indossato dei Saari tradizionali oro e blu che si sposavano benissimo con lo stile scelto dagli sposi.

Subito dopo la cerimonia abbiamo scattato il servizio di coppia nel tradizionale scenario naturale accanto alla villa composto dagli caratteristici Olivi della Toscana.

Villa Artimino offre diverse possibilità agli sposi che la scelgono come location per il loro matrimonio, a partire dalle splendide sale interne fino al magico e raffinato giardino. Naomi e Parag hanno scelto la magnificenza del primo piano dell’edificio con un allestimento sui toni del bianco e del verde, rispettando perfettamente i richiami alla natura toscana.

Ma le sorprese che questi due ragazzi hanno riservato agli ospiti per rendere il loro matrimonio ancora più caratteristico non sono finite qui. Naomi, infatti, prima del ricevimento ha deciso di cambiarsi d’abito scegliendo un Kimono di seta per rendere infine omaggio anche alla propria tradizione.

Questo è stato sicuramente il matrimonio più interculturale che ho scattato e fotografare così tanta tradizione proveniente da paesi così diversi è stato veramente emozionante.

Differenze culturali, amore e tradizione si sono interconnessi all’interno di Villa Artimino, la location perfetta per il vostro ricevimento di nozze.

Condividi